Menu Orizzontale

mercoledì 5 gennaio 2011

La Fantoccia e il Cavallino



La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
col cappello e la sottana
viene viene la Befana.

Lascia un dono sul camino...
quando va fa un bell'inchino.


Una tradizione del Valdarno Superiore, che risale a moltissimo tempo fa, è quella di far trovare ai bambini insieme alla calza anche la “fantoccia” e il “cavallino”, la prima per le bambine e il cavallino per i maschietti. La si può trovare in tutti i forni e le pasticcerie, ma io preferisco di gran lunga prepararla in casa, e poi ho avuto un'aiutante fantastica, Martina si è divertita tantissimo a decorarle. L'impasto è semplice, si prepara come la pasta frolla e si decora con caramelline, zuccherini, e cioccolata.

Ingredienti per 8 fantocce

1 kg di farina 00
200 g di zucchero
200 g di burro morbido
5 uova + 1 uovo per spennellare
la scorza e il succo di un'arancia
1 bicchierino di Vin Santo o Rum
1 bustina di lievito per dolci
gocce di cioccolata, zuccherini, caramelle e tutto ciò che la vostra fantasia vi suggerisce per decorare.

Accendere il forno a 190 ° C .
Mettere la farina, lo zucchero, il lievito insieme al burro morbido nella planetaria e iniziare ad impastare aggiungendo la scorza dell'arancia, il succo, il liquore e per ultimo unire le uova.
Quando tutto sarà amalgamato bene, formare una palla e stenderla sulla spianatoia infarinata.
Ritagliare le fantocce aiutandosi con delle forme di cartoncino, stendere su una teglia rivestita di carta forno, spennellare con l'uovo sbattuto e decorare a piacere.
Infornare e cuocere per circa 15 minuti facendo attenzione a che non si brucino.

Buona Befana a tutti.



24 commenti:

  1. Non conoscevo questa tradizione ma i biscottini sono davvero un amore ^__^ Mettono allegria a grandi e piccini. Un bacione

    RispondiElimina
  2. davvero spiritosi e allegri questi biscotti e poi se a decorarli sono i bambini, sono ancora più belli! un abbraccio

    RispondiElimina
  3. che bella questa tradizione !! ..
    Da noi si usava lasciare grappa e biscotti e la filastrocca è leggermente diversa:
    La Befana vien di notte
    con le scarpe tutte rotte
    col vestito alla romana
    viva viva la Befana

    RispondiElimina
  4. Anche noi siamo di fantocce e cavallini oggi!!!! A presto, bacioni, Simo

    RispondiElimina
  5. Anche io non conoscevo questa tradizione, ma è molto carina ed allegra!

    RispondiElimina
  6. ...ma che bella tradizione! E che brava tu a realizzarli e la tua figliola a decorarli!
    Un abbraccio cara e buona Epifania

    RispondiElimina
  7. Che bella storia mi ricorda il nostro S.Martino, complimenti vi è venuta propio bene

    RispondiElimina
  8. anche da noi usa questa filastrocca ma di biscotti legati alla tradizione non ce ne sono che peccato..... solo carbone e caramelle! belli davvero i tuoi! baci Ely

    RispondiElimina
  9. anche se da me non c'e la tradizione della befana la filastrocca la conosco eccome e questi dolcetti mi fanno una voglia..poi oggi non so ma ho una fame!!!!!!
    un bacio da londra!
    ciao,de

    RispondiElimina
  10. Questi biscotti così ricchi di decorazioni sono favolosi...da stilista prendo l'idea per provare dei biscotti pieni di "cose" , mi piacciono ♥
    grazie 1000

    RispondiElimina
  11. questa della fantoccia e il cavallino proprio non la sapevo...
    sei sempre fantastica...

    RispondiElimina
  12. Ma che meraviglia...io non conoscevo questa tradizione...è bellissima....bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  13. Grazie della visita! e che bel blog che ho trovato... io saro' solo il tuo lettore 430 :-)
    Veramente foto bellissime! (ma anche le ricette naturalmente)

    /Alessandro da Stoccolma

    RispondiElimina
  14. Che belli...ce ne avevi parlato a novembre in un commento a uno dei nostri primi post,il sanmartino,dicendo che si assomigliano...è vero,complimenti anche alla tua aiutante....siete bravissime!!!!

    RispondiElimina
  15. Non conoscevo questa tradizione...eppure non è che abiti così tanto lontano dal Valdarno...beh, vedi, un altra cosa posiiva dei blog è quella di condividere le tradizioni e le ricette...e questa è fantastica! Un bacione e complimenti per le vostre bellissime creazioni!

    RispondiElimina
  16. Sono graziosissimi questi "biscotti" e complimenti per le decorazioni ;-)

    RispondiElimina
  17. che delizia questi biscottini... e soprattutto che meraviglia sapere che sono una bella tradizione da tramandare.. qui da noi nulla di ciò ma solo una bella calza piena di dolcetti! buona befana ;-))

    RispondiElimina
  18. Ciao,sono bellissimi.Complimenti!

    RispondiElimina
  19. Oh, grazie per la ricetta! Io sono fiorentina, quindi questa tradizione non la conoscevo. Ma da quando mi sono trasferita sposandomi un incisano le vedo tutti gli anni! Mi era venuta la curiosità di sapere come farli... Grazie ancora!

    RispondiElimina
  20. Questi biscotti sono simpaticissimi!!

    RispondiElimina
  21. ma che bell'usanza, dolce e gioiosa.. non la conoscevo proprio.. bravissima Cristina! bisogna tener vive e tramandare queste tradizioni genuine e positive! un bacio grande :)

    RispondiElimina
  22. Tradizione nuova per me, molto carina e simpatica, Che belli i biscotti.
    Come stai?

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  23. Che bello mantenere le tradizioni...e brava Martina sei una decoratrice d'eccezione!

    RispondiElimina

Grazie per essere passati da me.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs