Menu Orizzontale

martedì 18 novembre 2014

Lingue di Gatto





Come si fa a resistere al fascino di questi biscottini.
Serviti con un buon caffè forte sono una vera coccola.

Ingredienti

  • 100 g di farina di riso
  • 100 g di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 4 albumi a temperatura ambiente
  • i semi di una bacca di vaniglia

Montare il burro ammorbidito, con lo zucchero a velo e i semini della vaniglia, unire  la farina di riso setacciata e mescolare bene gli ingredienti, quindi aggiungere gli albumi poco per volta e montare fino ad ottenere un impesto omogeneo.




Mettere in una sacca da pasticcere con la bocchetta liscia e formare delle strisce lunghe 6 cm sulla placca del forno foderata con la carta.
Cuocere nel forno precedentemente riscaldato a 200 °C per circa 7/8 minuti.
Le lingue di gatto sono pronte quando avranno i bordi dorati, si conservano in scatole di latta.


giovedì 13 novembre 2014

Torta al Latte Caldo e Cacao


Questa torta impazza in tutti i blog, la fanno tutti anche perché è ottima e resta buona anche dopo alcuni giorni, l'ho fatta e rifatta tante volte, poi l'ho vista dall'Araba più famosa del web e ho deciso di pubblicarla anch'io ma la mia versione al cacao.
Da una ricetta di Tish Boyle.

Ingredienti per una torta di 22 cm di diametro
  • 170 g di zucchero
  • 3 uova
  • 140 g di farina
  • 30 g di cacao amaro di buona qualità
  • 8 g di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • 120 ml di latte
  • 60 g di burro
  • una bacca di vaniglia


Scaldare il forno a 175 ° C.
Mettere latte e burro insieme alla bacca di vaniglia sul fuoco e far arrivare ad ebollizione, quindi spegnere.
Montare con la planetaria od il frullino elettrico le uova intere con lo zucchero e il pizzico di sale fino a che saranno chiare e spumose.
Unire con una spatola la farina, il cacao e lievito precedentemente setacciati al composto di uova.
Quindi aggiungere subito al composto il latte caldo mescolare sempre usando la spatola.
Versare l'impasto in una teglia foderata con carta forno e cuocere per 25 -30 minuti


lunedì 10 novembre 2014

Red Velvet Cake



Una torta speciale per il compleanno di un'amica speciale.
Ho sempre trovato i red velvet cupcake qualcosa di veramente unico, un mix di sapori straordinari, questi pasticcini praticamente li ripropongo e mi li chiedono ad ogni festa, ad ogni compleanno.
Questa volta però ho voluto provare a fare la torta, la ricetta è sempre di Hummingbird Bakery che trovo straordinaria.

Ingredienti per due torte di 22 cm di diametro

  • 120 g di burro a temperatura ambiente
  • 2 uova
  • 300 g di zucchero
  • 4 cucchiaini rasi di cacao in polvere
  • 4 cucchiaini di colorante rosso
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 240 g di latticello ( io ho messo metà panna acida e metà latte)
  • 300 g di farina
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di sale
  • 3 cucchiaini di aceto di vino bianco


Ingredienti per il frosting
  • 500 g di zucchero a velo setacciato
  • 100 g di burro morbido
  • 400 g di formaggio tipo Philadelphia

Preriscaldare il forno a 170° C.
Montare fino ad ottenere una crema spumosa, il burro con lo zucchero e unire a poco a poco le uova.
Mescolare il cacao, il colorante rosso e la vaniglia e unire alla crema.
Aggiungere il latticello (io ho usato panna acida e latte mescolati) e la farina con il lievito alternandoli.
In una tazzina mescolare l'aceto con il bicarbonato e il sale e unire alla massa rossa mescolare bene.
Foderare con carta forno due tortiere di 22 di diametro e infornare per 25 minuti circa, la consistenza di questa torta è morbida.

 Lasciar raffreddare bene le due torte  dopo con un coltello seghettato  tagliare nel mezzo le due torte e cercare di ricavare un po' di briciole per la decorazione,
Preparare il frosting mescolando lo zucchero con il burro, unire poi il formaggio montando bene fino ad ottenere una crema liscia e con l'aiuto di una di una spatola spalmare questa crema sugli strati di torta e poi decorare l'esterno con abbondante crema e con le briciole rosse.

mercoledì 5 novembre 2014

Muffin alla Banana e Cannella



Care amiche e cari amici
scrivo due righe per spiegare la mia lontananza dal blog.
Non ho smesso di cucinare, anzi, ma è un periodo così, sono presa da altri pensieri e spesso mi dimentico proprio di fare foto e scrivere post.
Molti di voi sanno che uno dei miei figli, Jacopo si è trasferito a Biella per seguire il suo sogno, quello di giocare a basket.
Mi sono detta e ridetta che i figli non sono nostri, che vanno lasciati volare via, dove il proprio sogno da realizzare li porta. Di questo sono anche convinta, ma credetemi è dura e ne sento profondamente la mancanza.
Oggi ho fatto un dolcetto che lui avrebbe di sicuro apprezzato, la ricetta è dal libro the hummingbird bakery cookbook, ed è una vera coccola.

Ingredienti per 16 muffin

  • 350 g di farina 00
  • un pizzico di sale
  • 1  1/2 cucchiaino 2 di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 2 cucchiaini di cannella + un po' per spolverare
  • 160 g di zucchero semolato + un po' per spolverare
  • 375 ml di latticello
  • 1 uovo
  • 70 g di burro fuso
  • 300 g di banane 
Scaldare il forno a 170 ° C.

Mettere in una ciotola la farina, il sale, il lievito, il bicarbonato, la cannella, lo zucchero e mescolare bene gli ingredienti.
In un'altra ciotola mettere il latticello con l'uovo mescolare bene ed aggiungere agli ingredienti secchi, amalgamare velocemente gli ingredienti, quindi unire il burro fuso e le banane precedentemente schiacciate con una forchetta.
Versare l'impasto nei pirottini di carta, spolverare con poco zucchero e cannella e cuocere per circa 25/30 minuti.

mercoledì 17 settembre 2014

Panello con l'Uva




Adoro questo dolce che in questo periodo si trova in tutte le panetterie toscane.
Ma non c'è niente di più soddisfacente di farlo in casa propria e poi con questa ricetta viene davvero benissimo.
La ricetta è dal libro della vera cucina fiorentina di Petroni.

Ingredienti per una placca da forno


  • 500 g di farina 0
  • 5 g di lievito di birra
  • 100 g di zucchero + altro zucchero per spolverare
  • 1 k di uva nera da vino
  • olio d'oliva
  • sale
  • semi di finocchio se piacciono


Preparare la pasta, come la pizza, sciogliendo il lievito in 300 g di acqua tiepida, impastare con la farina e 100 g di zucchero e un pizzico di sale.
Far lievitare dentro il forno spento per circa 2 ore, o almeno fino al raddoppio.
L'impasto sarà morbido ma mi raccomando non aggiungete altra farina.
Trascorso questo tempo, foderare la teglia del forno con la carta, stendere metà dell'impasto aiutandosi con le dita unte con l'olio, e distribuire sopra circa 700 g di chicchi d'uva lavati e asciugati, quindi cospargere con qualche cucchiaio di zucchero e due cucchiai d'olio.


Versare sopra l'altra metà di pasta e spanderla  sull'uva sempre aiutandosi con le dita unte di olio,  mettere su di essa l'uva restante, due cucchiai d'olio e una bella spolverata di zucchero e se piacciono i semini del finocchio.


Cuocere il panello in forno caldo a 180 ° C per circa 35/40  minuti.



mercoledì 3 settembre 2014

Le Pesche di Prato


Come mi piacciono le "pesche con la crema".
Questa ricetta io l'ho presa dal blog di Pinella ed è del maestro Paolo Sacchetti, sono buonissime e vi consiglio di provarle ma anche se passate da Prato di andare ad assaggiarle nella sua pasticceria.

Per la pasta brioche

  • 550 g di farina 00
  • 450 g di farina manitoba
  • 240 g di zucchero
  • 140 g di burro
  • 500 g di uova intere (10 uova)
  • 35 g di lievito di birra
  • 40 g di miele d'acacia
  • 20 g di arancia candita
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 70 g di acqua naturale
  • un pizzico di sale
  • crema pasticcera
per la bagna
  • 120 g di zucchero
  • 80 g d'acqua
  • 60 g di alkermes


primo impasto:
Versare nell'impastatrice 450 g di farina, aggiungere 2 uova, 60 g di zucchero e mescolare con la frusta kappa. Sciogliere il lievito nell'acqua e versarlo a filo nell'impasto. Quando l'impasto avrà preso consistenza e comincerà ad incordare, unire a poco a poco 60 g di burro morbido. Lavorare finché l'impasto si è amalgamato, togliere la frusta kappa e sostituirla con il gancio. Impastare finché la pasta prende corda e si staccherà dalle pareti della ciotola. Metterlo in forza, inciderlo a croce sulla superficie e metterlo a lievitare in luogo protetto ad una temperatura di circa 27°C finché avrà triplicato di volume (circa 90 minuti).
secondo impasto:
Versare nella ciotola dell'impastatrice il resto della farina. Aggiungere le uova mescolando con la frusta kappa, il rimanente zucchero, il miele, l'interno della bacca di vaniglia, un pizzico di sale, l'arancia candita frullata e amalgamare con la frusta kappa. Aggiungere il restante burro morbido in piccoli pezzi e continuare la lavorazione fino a formare un buon amalgama. Aggiungere il primo impasto e continuare la lavorazione. Sostituire la frusta kappa con il gancio e continuare finché l'impasto è incordato. Proseguire fino a quando l'impasto si presenta liscio e setoso.
Far lievitare ad una temperatura di circa 27°C per circa 90 minuti oppure fino a quando l'impasto avrà raddoppiato il suo volume.
Per la pezzatura:
Io non ho fatto come Pinella, siccome non sono bravissima e super precisa come lei, ho steso dei pezzi di pasta alti 1 cm e poi con un taglia pasta di 3,5 cm ho ricavato tanti dischetti che appoggiati sulla carta forno ho poi ripreso per lisciare e tornire e formare delle palline che ho fatto riposare 10 minuti. Poi, con l'indice ed il medio della mano uniti , abbassare leggermente la pasta come a formare dei dischi. Far lievitare per 4-5 ore a 18-20°C.
Per la cottura:
Il forno deve essere ben caldo in modo che la pasta esploda nel suo volume ma,nello stesso tempo, cuocia in modo ottimale anche all'interno. Bastano 6-7 minuti a 220-230°C. Ma ogni forno è un caso a se.


Per la bagna e farcitura:
Preparare la bagna considerando che per bagnare tutti i gusci delle pesche si deve aumentare la dose per almeno tre volte,unire lo zucchero e l'acqua, portare al bollore in modo che lo zucchero si sciolga perfettamente. Far raffreddare e unire l'alkermes.  Riportare la bagna ad una temperatura di circa 35°C per consentire un 'inzuppatura ottimale delle pesche.
Fare alla base delle pesche un taglio a croce e tuffarle nella bagna premendo con il pollice sul taglio.
Strizzarle molto delicatamente e farcire con un ciuffo abbondante di crema . Unirle due a due e passarle nello zucchero semolato. 


giovedì 28 agosto 2014

Mini Bomboloni alla Crema



Sono tornata dal mare con la voglia di mangiare un bel bombolone ricco di crema, in vacanza quando ho detto "basta mi concedo un bombolone alla crema" mi sono dovuta accontentare di uno vuoto unto e bisunto.
Quindi ho risolto facendoli da sola ,versione mini però e sempre la solita ricetta presa dal libro della vera cucina fiorentina di P.Petroni.





ingredienti per 35 bomboloni tagliati con un coppa pasta di 4 cm
  • 300 g di farina
  • 50 g di burro 
  • 15 g di lievito di birra
  • 40 g zucchero semolato + quello che serve per spolverare
  • 1 limone
  • un pizzico di sale
  • olio per friggere io di semi di arachide
  • 1 dose di crema


Mettere nell'impastatrice la farina, 40 g di zucchero, un pizzico di sale, la scorza di limone grattata, il burro fuso ed il lievito sciolto in un bicchiere d'acqua tiepida.
Impastare per 15 minuti, il composto ha la consistenza simile alla pasta del pane.
Mettere l'impasto a lievitare in un luogo tiepido per circa 2 ore dentro una ciotola coperta con la pellicola.
Trascorse le 2 ore tirare la pasta alta 1 cm e tagliare tanti dischi e mettere a lievitare coperti con un tovagliolo per un'altra ora.
Poi friggere i bomboloni in abbondante olio caldo, mettendo nell'olio prima la parte del disco che poggiava sulla spianatoia, quando avranno un bel colore dorato rigirarli e una volta ben cotti e gonfi, sgocciolare e asciugare con la carta, rotolare nello zucchero semolato.
 Farcire con la crema e mangiare!

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs