Menu Orizzontale

lunedì 31 marzo 2014

Pavlova Panna e Fragole



Ecco qui sua maestà la "pavlova".
Questo è un dolce bellissimo, buonissimo e chi più ne ha ne metta, io lo adoro.

Ingredienti per una pavlova di 28 cm di diametro

per la meringa

  • 230 g di albumi
  • 230 g di zucchero semolato
  • 230 g di zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di aceto di mele
per la coulis di fragole
  • 150 g di fragole 
  • 150 g di zucchero semolato
  • 150 g di acqua
per completare
  • 300 g di fragole
  • 400 g di panna montata

Preriscaldare il forno a 150 ° C.
Montare gli albumi nella planetaria a velocità media e incorporare gli zuccheri a cucchiaiate, montare finché il composto risulterà sodo e bianco e formerà il becco d'oca tirando su il gancio.
Foderare una placca con la carta da forno, versare tutto il composto e spanderlo sulla teglia partendo dal centro e formando dei bordi belli alti.
Abbassare la temperatura del forno a 120° C e infornare la pavlova, cuocere con il forno leggermente aperto per circa 1 ora e 15 minuti. Lasciar raffreddare completamente prima di procedere alla decorazione.
Nel frattempo preparare la coulis, facendo cuocere le fragole tagliate a pezzi con l'acqua e lo zucchero per circa 10 minuti, poi passare al setaccio o frullare e lasciar raffreddare.
Per completare la pavlova versare la coulis sulla base della meringa, ricoprire con la panna montata e poi con le fragole tagliate, e ancora un po' di coulis a piacere.

martedì 18 marzo 2014

Focaccia Pomodorini e Cipolla di Tropea


Domenica mattina mi sono alzata e il sole che entrava dalle finestre mi ha messo subito di buon umore.
Mi è venuta voglia di preparare una focaccia per il pranzo, ma non la ricetta della focaccia tradizionale ripiena, bensì una più fresca e primaverile complici dei bei pomodorini e una bella cipolla di Tropea.

La ricetta è presa dal sito Viva la focaccia.

Ingredienti per una teglia 25 x 40 cm


  • 190 g Acqua a temperatura ambiente
  • 20 g Olio Extra Vergine di Oliva
  • 7 g Sale
  • 3 g (1 cucchiaino) di Malto (o di miele o di zucchero)
  • 300-310 g di Farina 00 o 0 di media forze (11% proteine o W200-W220)
  •  6 g lievito di birra secco


Sciogliere nella ciotola della planetaria l'acqua, il sale, il malto e l'olio.
Aggiungere meta’ della farina fino ad ottenere una pasta densa, ma ancora liquida.
Aggiungere il lievito secco, sciolto in un po’ di acqua tiepida (30° C) tenuta da parte dalla quantità di acqua iniziale. L’acqua non deve essere troppo calda .
Lavorare la pasta aggiungendo la farina restante fino ad ottenere un impasto compatto ma non duro.

Lasciare riposare la pasta per 10-15 minuti su un asse di legno (o tegame) ricoperta da un telo in modo che non prenda troppa aria.

Piegare la pasta in 2 o in 4 a seconda della forza della farina.
Dare alla pasta una forma che ricalchi quella della teglia dove verrà cotta senza pero’ stropicciare o maltrattare o cercare di stirare l’impasto. Più’ o meno 550g di pasta per una teglia da forno di casa (40cm x 25cm).
Versare nel centro della teglia un po’ di olio, deporre la pasta sulla teglia e cospargere di olio la parte superiore della pasta (con un pennello o con le dita in modo che la pasta non sviluppi una crosta).
Mettete a lievitare  nel forno spento con la porta chiusa precedentemente riscaldato per qualche minuto.
Dopo 40-60 minuti a seconda delle condizioni climatiche e dello stato di conservazione del lievito, la pasta raddoppierà più’ o meno di volume.
Stendere la pasta nella teglia con le mani cercando di non tirarla, ma di schiacciarla il più’ possibile fino a che occupi tutta la teglia.
Cospargere le superficie con un velo piuttosto abbondante di sale. Questo serve per condire la focaccia ma anche per evitare che si formi la crosta durante la lievitazione.
Lasciare riposare circa 30 minuti, quindi versare un po’ di acqua tiepida sulla pasta e anche un po' d'olio, imprimere con le dita la pasta e condire con i pomodorini e la cipolla di Tropea tagliata e fettine sottili.

Lasciar lievitare ancora per circa 60 minuti quindi, infornare nel forno già caldo e cuocere a 220-240 gradi per 15-20 minuti. 


lunedì 10 marzo 2014

Frittelle di San Giuseppe


Buone, tonde, avvolgenti e R-O-S-A!
Buonissime.


Ingredienti per circa 45 frittelle

  • 200 g di riso
  • 1 l di latte
  • 60 g di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • la scorza grattata di 1 limone
  • 50 g di burro
  • semi di 1 bacca di vaniglia
  • 2 uova
  • 160 g di farina
  • 2 cucchiai di Alchermes (o Rhum o Vinsanto)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • olio per friggere
  • zucchero semolato q.b.
Far bollire il latte con un pizzico di sale, aggiungere il riso e dopo alcuni minuti, unire il burro, lo zucchero, i semini di vaniglia e la scorza del limone grattata.

Far cuocere bene, il latte verrà tutto assorbito, togliere dal fuoco e far raffreddare. Volendo anche tutta la notte.

A questo punto aggiungere le uova, la farina, il liquore, amalgamare bene e prima di friggere , incorporare il lievito.

Riscaldare olio e aiutandosi con 2 cucchiai, formare delle palline con l'impasto e cuocere fino a completa doratura. Attenzione alla temperatura dell'olio se sarà troppo bollente si cuoceranno solo fuori.  Scolare nella carta assorbente.

Passarle nello zucchero semolato e servire tiepide.



giovedì 6 marzo 2014

Cheesecake Toscano



Questa rivisitazione del cheesecake ha incontrato proprio i miei gusti.



Ingredienti per 8 persone

per il crumble di cantucci

  • 50 g di burro pomata
  • 40 g di zucchero di canna
  • 300 g di cantucci tritati
per il cremoso al Vinsanto
  • 250 g di mascarpone
  • 60 g di zucchero a velo 
  • 200 g di cream cheese (Philadelphia)
  • 200 g di panna montata
  • 200 g di riduzione di Vinsanto
per la riduzione di Vinsanto
  • 500 g di Vinsanto
  • 150 g di sciroppo di glucosio

In una padella larga far perdere la parte alcolica del Vinsanto, poi aggiungere lo sciroppo di glucosio e far bollire piano piano, finché sarà ridotto e cremoso.
intanto tritate i cantucci e mescolarli con il burro e lo zucchero, disporre su una placca e cuocere nel forno caldo per 15 minuti a 150 °C.
Montare i formaggi nella planetaria insieme allo zucchero a velo, aggiungere la riduzione di Vinsanto raffreddata e poi la panna semi montata.
Disporre il crumble sbriciolato su piattini individuali e poi sopra una bella cucchiaiata di cremoso e qualche goccia di riduzione di Vinsanto.

Da una ricetta del mensile Gambero Rosso di Febbraio.


lunedì 3 marzo 2014

Bocconcini di Maiale al Gorgonzola Piccante


Questo piatto lo consiglio a chi deve cucinare dei secondi piatti veloci ma che comunque non vuole rinunciare al gusto.



Ingredienti per 5-6 persone
  • 1 filetto di maiale
  • 200 g di gorgonzola piccante di ottima qualità
  • farina q.b.
  • poco latte o panna fresca
  • olio extra vergine d'oliva
  • sale
Tagliare  il filetto di maiale in piccoli bocconcini.
Passare la carne nella farina e metterla nella padella con l'olio.
Far rosolare la carne a fuoco vivace, ci vorranno 6 minuti.
Quando i bocconcini saranno ben coloriti, aggiungere poco latte o panna e poi il gorgonzola piccante tagliato a tocchetti, mescolare e quando si sarà formata una bella cremina la carne sarà pronta.
Servire subito con una bella insalatina.


giovedì 27 febbraio 2014

Chiacchiere di Iginio Massari



Quando una chiacchiera tira l'altra.
Ho visto la ricetta sul blog di Assunta, e sarà perché la ricetta è del maestro Iginio Massari, e sarà perché le sue ricette il suo blog le sue foto sono una garanzia, ho voluto subito provarle.
Posso dire soltanto che sono perfette e rimangono perfette anche il giorno dopo.
Come lei sono stata incuriosita dall'utilizzo della farina manitoba e come lei vi riporto quello che scrive Iginio Massari a proposito del suo utilizzo:

"La manitoba è una farina forte ricca di glutine che ha la capacità di stendersi sottile, sottile senza rompersi. Normalmente si utilizza nei fritti che hanno la necessità di svilupparsi senza lieviti, assorbendo pochissimo olio di frittura".

Ingredienti
  • 500 g di farina manitoba
  • 60 g di zucchero
  • 60 g di burro morbido
  • 175 g di uova
  • 5 g di sale fino
  • 50 g di marsala
  • la buccia grattugiata di un limone
  • i semi di un baccello di vaniglia 
  • olio di semi di arachide per friggere 
  • zucchero a velo per spolverare 

Mettere nella planetaria o sul piano di lavoro la farina a fontana, unire il resto degli ingredienti ed impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo, liscio e vellutato. Lasciarlo riposare a temperatura ambiente coperto con la pellicola per circa un'ora.
Stendere l'impasto molto sottilmente, io sono arrivata all'ultima tacca della "nonna papera", tagliare dei rettangoli e inciderli al centro.
Immergere poche chiacchiere alla volta in abbondante olio di arachide caldo a 176°.
Rigirare velocemente e lasciarle sgocciolare su carta assorbente da cucina.
Spolverare con abbondante zucchero a velo.






lunedì 24 febbraio 2014

Torta di Rose alla Crema Vaniglia


Ogni tanto mi prende la voglia di cimentarmi in un lievitato, questa volta ha attratto la mia attenzione la Torta di Rose, un dolce sfizioso tipico della tradizione culinaria mantovana, io naturalmente ho interpretato a modo mio con risultato molto soddisfacente.


Ingredienti

  • 450 g di farina 0
  • 80 g di burro
  • 2 tuorli
  • 1 uovo intero
  • 150 ml di latte tiepido
  • 60 g di zucchero
  • 10 g di lievito di birra secco
  • scorza di 1 limone
  • i semini di una bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • crema pasticcera q.b.

Formare il lievitino con 120 g di farina e il lievito sciolto nel latte tiepido, lasciar riposare per 20-30 minuti.
Quindi unire lo zucchero, il burro morbido e le uova sbattute e man mano la farina  lavorare l'impasto fino a farlo incordare,  aggiungere la scorza di limone, i semini di vaniglia ed il sale e continuare a lavorare.
Quando l'impasto sarà bello liscio e sufficientemente lavorato, coprirlo con la pellicola e riporlo in frigo per la notte.
La mattina dopo riportare l'impasto a temperatura ambiente sgonfiarlo e stenderlo ricavando dei dischi di 10 cm di diametro spalmare con la crema pasticcera e a tre alla volta arrotolarli , dividere al centro e posizionare negli stampi coperti di carta forno, rimettere a lievitare per 30 minuti infornare a 160 ° per 25 minuti circa .
Spennellare con zucchero a velo e acqua per farle diventare lucide.
Ispirazione per la ricetta l'ho trovata qui.

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs